La Cresima: la gioia del sacramento nei tempi duri!

I segni di conferma della fede sono più che mai importanti nei tempi duri. Una cinquantina di ragazzi hanno avuto la grazia di ricevere il sacramento della cresima in questo periodo difficile a causa della pandemia. Anche se a distanza, l’ultimo periodo di formazione è stato un vero accompagnamento nel loro processo di maturazione nella fede e nella vita personale. La maggioranza dei giovani avevano iniziato il cammino di fede con la catechesi della prima comunione e poi per la cresima nella parrocchia di san Matteo, portata avanti dai Missionari Identes ormai da più di due decadi. L’ultima tappa della formazione è stata in forma digitale, assicurando sempre un accompagnamento personale. Nonostante le distanze hanno imparato a leggere il vangelo e a crescere nel loro rapporto con le persone divine attraverso la preghiera personale e l’impegno concreto. Insieme al catechismo i missionari sempre offrono formazione e accompagnamento anche per i genitori.

Accogliendo la richiesta del missionario Idente P. Enrico Bayo M.Id, il parroco, il vescovo del settore Mons. Gianpiero PALMIERI ha celebrato la liturgia in due turni per assicurare il rispetto di tutte le norme di sicurezza. Tra le incertezze, la pioggia, gli invitati ridotti, i ragazzi hanno vissuto il momento di grazia nella serenità e in un ambiente raccolto. Il vescovo ha ricordato loro l’importanza del loro “si” a Cristo e li ha incoraggiati a vivere la fede anche avanti alle sfide del mondo. Li ha esortati ad essere bravi soldati di Cristo e a vincere le tentazioni dell’arroganza, della violenza, dei piaceri disordinati, delle dipendenze etc. La cerimonia che doveva svolgersi nel mese di giugno alla fine è stata celebrata alla fine di settembre, portando a compimento il tanto desiderato sacramento in un momento di pura grazia.
Alla fine della cerimonia il vescovo ha consegnato la pergamena come ricordo speciale di quel giorno e un vangelo come guida per il loro cammino.

Lascia un commento