Consegna del IX Premio internazionale di musica sacra “Fernando Rielo”

By 30 Novembre, 2021Dicembre 28th, 2021Cultura, Cultura, Europa, Gli identes oggi, Spagna

È stato proclamato vincitore del IX Premio Internazionale di Musica Sacra Fernando Rielo il compositore italiano Matteo Magistrali con la sua opera Beati, scelta tra 47 composizioni provenienti da Germania, Colombia, Spagna, Stati Uniti, Francia, Grecia, Italia, Marocco, Messico, Norvegia, Regno Unito e Venezuela.

L’atto di proclamazione ha avuto luogo lo scorso 13 novembre nella Parrocchia San Miguel de los Santos di Madrid. Prima della proclamazione del vincitore, l’Orchestra di Camera QNK.ÓPERA, diretta dal maestro Ignacio Yepes, ha interpretato per la prima volta le quattro opere finaliste:

Beati di Raffaele Esposito (Italia); Beati di Nicholas Gotch (Regno Unito); Beati di Matteo Magistrali (Italia);  e «… perché saranno consolati » di Luis Meseguer Mira (Spagna).

Il premio è stato consegnato dal presidente della Fondazione Fernando Rielo, p. Jesús Fernández Hernández, il quale, oltre a ringraziare il vincitore e il resto dei finalisti, ha ricordato lo spirito che Fernando Rielo sognò per questo premio: “il Premio Internazionale di Musica Sacra Fernando Rielo”, ha detto p. Jesús, “vuole andare al più profondo del cuore dell’uomo, dove ogni musica è lo stesso uomo unito a Dio”.

La giuria era composta da Ignacio Yepes, compositore e direttore d’orchestra; Alfredo Vicent, professore del dipartimento di Musica dell’Università Autonoma di Madrid e concertista di chitarra; José Antonio Esteban Usano, compositore e professore del Conservatorio Professionale di Musica di Cuenca; e Mª Victoria Rullán Miquel, direttrice dell’Aula di Musica della Fondazione Fernando Rielo.

Il Premio si celebra ogni anno ed è dotato di 5.000 euro. È diretto a compositori di qualunque nazione, senza limiti di età. Il tema di questa IX convocazione, sul quale si sono basate le composizioni, era composto da due beatitudini: “beati gli afflitti, perché saranno consolati” e “beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio” (Mt 5, 5-9).

Lascia un commento